Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

PostHeaderIcon Design italiano a costi contenuti

Ristrutturazione ed arredo di un appartamento di media grandezza a Roma.
SPEZIE ED ESTRO PER RINNOVARE LA CASA

     Si tratta di un appartamento di circa 65 mq,  abitato da una coppia con un figlio. Si richiedeva una ristrutturazione che riorganizzasse gli spazi funzionali della casa, con un contratto a costi e tempi contenuti. Gli ambienti dell'immobile, sono distribuiti con una generale sproporzione degli spazi: la cucina in un locale angusto, con parete inclinata, il soggiorno più piccolo della stanza da letto matrimoniale, circa 12 mq di disimpegni.
La necessità di contenere costi e tempi, ha ridotto all’essenziale gli interventi murari e impiantistici, conservando la pavimentazione, gli infissi esterni e la gran parte di quelli interni. Si è quindi curato molto la finitura delle pareti e la scelta degli arredi, minimizzando l’ingombro ed esaltando il design.
Il primo obbiettivo di un ampliamento generale degli ambienti, è stato affrontato realizzando nelle zone di servizio, una soppalcatura dotata di pannelli in plexiglass appoggiati, che fungono da plafoniera e permettono di utilizzare l'interno. Questo sistema ha consentito di sgombrare notevolmente lo spazio a terra, limitando al minimo l’utilizzo dei mobili.
Ma l’intervento più sostanziale per razionalizzare funzionalmente la casa, è consistito nel raddoppiare gli spazi della zona giorno, utilizzando i disimpegni per realizzare la cucina con il tinello. L'attrezzatura della nuova cucina si sviluppa su ben 6 ml disposti su due lati, con un ampio piano per il pranzo. I rivestimenti sono in ceramica 25x40, effetto mosaico, in tinte variate sui toni dei mobili, in laccato color prugna.
Il soggiorno è stato “ampliato” concentrando la mobilia su una sola parete, caratterizzata da una composizione in rovere sbiancato, molto sobrio e luminoso, con un portale centrale in cui si inserisce il tavolo ampliabile; in tal modo è stato possibile collocare due divani e mantenere una discreta spaziosità nell'insieme.
Merita un approfondimento il trattamento delle pareti, la cui tinta molto calda e tenue, e stata realizzata con materiali naturali atossici, additivati con “spezie”, per creare gli effetti di sfumature cromatiche; si tratta di una pigmentatura a base di polveri di curcuma e peperoncino, spatolati su stucco.
La soluzione della cucina-tinello, ha consentito di ricavare una stanza in più: la ex cucina, riutilizzata come studio. Le pareti di questo ambiente sono state tinteggiate con stucco spatolato e cerato ed è stata applicata una fascia paracolpi, in ceramica mosaicata.
Il bagno di servizio è stato rielaborato, con sanitari e arredi in rovere sbiancato, una splendida porta scorrevole in vetro sabbiato e disegnato ed un rivestimento ancora in ceramica 25x40, tinta unita ed effetto mosaico, di veloce realizzazione ed ottima resa estetica.
Anche la stanza da letto del figlio è stata razionalizzata concentrando l’arredo su un lato, scegliendo la soluzione della “pedana attrezzata”, con letto su rotelle all’interno, che estratto parzialmente realizza un comodo divanetto; sulla pedana un’ampia scrivania, una libreria e ripiani vari; a fianco l’armadio a due ante e doppia altezza.
Il resto dell'appartamento è riservato alla zona notte dei genitori, dove si è intervenuto anche dal punto di vista murario, realizzando un'ampia cabina armadio, arredata sui tre lati, autonoma rispetto alla stanza da letto, dove l’arredo è volutamente essenziale, perché affidato prevalentemente “all'effetto notte” della tinteggiatura azzurro intenso delle pareti, cui si sposa il tono ancora blu dei tendaggi.
Il bagno grande, trasformato per effetto della chiusura della porta d'ingresso sulla parete che ora delimita la cucina, è stato un po' ridotto nella superficie, ma reso più funzionale con una diversa disposizione dei sanitari, e con un arredo d'avanguardia in rovere sbiancato; i rivestimenti in ceramica panna e blu, separati da una matita in tesserine vetrose, rendono l'ambiente di un'eleganza molto sobria. Il tocco di vivacità è realizzato dall'originale lavabo, dalla rubinetteria e dalla raffinata porta scorrevole in vetro satinato e decorato.
L'accorciamento di questo bagno, ha consentito l'inserimento di un nuovo e indispensabile ambiente: un piccolo lavatoio, con pilozzo, lavatrice e ripiani vari, collocato di fronte alla altrettanto indispensabile scarpiera, incassata nel muro e rivestita di specchi.
L’appartamento è stato riconsegnato dopo circa 40 giorni lavorativi ed è motivo di grande soddisfazione professionale, aver dimostrato che è possibile intervenire con prodotti del moderno design italiano, con finiture di qualità ed estro artigianale, con accurata progettazione, ma con costi contenuti.